Informazioni personali

La mia foto
Spezzano, Modena, Italy
Inguaribilmente energetica, e contagiosa.

07 aprile, 2008

SPAGHETTI AL TONNO


Qui bisogna ricominciare dai fondamentali.
Il Gigante mi guarda da dietro le spalle, attento a non perdere un passaggio.
"Allora, metti l'olio di semi di mais a coprire il fondo del tegamino..."
"Ma non l'olio d'oliva?"
"No, Giga... l'olio d'oliva non va bene per il soffritto. E' instabile. Prendi la cipolla tritata e la fai diventare un po' colorata, in mezzo all'olio bollente. Aggiungi due spicchi d'aglio e li schiacci. Il prezzemolo, il tonno, e un po' di vino bianco. Devi sfrangiare il tonno bene a modo, vedi? Che non ci rimangano dei pezzi grossi. Poi ci metti il sale, e, per ultimo, il pomodoro.. Là!".
Il Gigante mangia sempre in bianco, quando è da solo.
E io a spiegargli: "Ma no, Giga. Non si può mangiare sempre in bianco. In realtà, il sughetto della pasta è una scusa, così uno mangia sempre della roba diversa. Perché non si può mangiare sempre una cosa sola! Non fa bene alla salute. E se anche impari a fare un sughetto, non puoi mangiare sempre e solo un sughetto...".
Va bene. Oggi cominciamo con il sugo al tonno. E domani passeremo alla carbonara.
Lui ripete, concentrato: "Allora: olio, cipolla, tonno, vino bianco...".
"Giga, ci manca l'aglio.."
"Ah, l'aglio. E il pomodoro alla fine."
Il Gigante vive in bianco, quando è da solo.
Prende quello che gli viene dato, da mangiare e da fare, senza fare storie.
Sia che sia il suo lavoro, sia che siano i suoi amici.
E quando gli succede qualcosa di particolarmente impegnativo, va a vedere un fiume.
Cioè, non sto scherzando: madre natura ha messo insieme ME, una donna che non riesce neanche a vedere i fiumi da lontano, e che se passa su un ponte dà fuori di matto, con un uomo, LUI, per il quale la soluzione di tutti i problemi è andare a vedere un fiume.
Che ridere, le prime uscite romantiche: LUI conosceva solo posti vicini ai fiumi, e portava ME, la sua bella in moto, che diventavo cieca di terrore appena vedeva l'acqua scorrere.
Ma lui è sempre stato così: puro e semplice, come una pasta in bianco.
Una volta ho provato a fare un esperimento: l'ho mandato a fare spesa da solo, senza dirgli cosa prendere. "Vai, e prendi quello che ti piace!".
E' tornato a casa tutto contento con quegli orribili salamini snack tedeschi, grandi come un mio mezzo mignolo, sotto plastica. Color vinaccia, coi grumi di grasso giallastro.
E se li è mangiati TUTTI, mentre stavo per servire in tavola le mie pennette ai pomodori secchi e melanzane.
Forse il problema è mio.
Che non riesco a sopportare i salamini tedeschi.
Che non voglio vivere in bianco.
Intanto, io gli insegno a cucinare.
E domani, mangi pure quello che vuole.

10 commenti:

Orso ha detto...

"Condita è meglio" o, come si dice in inglese "...with fingers it's better..."

:D

Anonimo ha detto...

che l'olio d'oliva non vada bene per il soffritto poi ne parliamo..
sai cos'è.. non ti ho ancora mai cucinato niente..
chiedi alla Ninni se l'olio d'oliva non va bene per il soffritto..

l'olio di semi è buono si e no per friggere le patatine.. altrimenti è meglio usarlo come olio per il motore o carburante per le auto..

capitano o mio capitano..
se vuoi esser cuoca hai detto davvero una cosa aberrante..

(scuoto la testa e ripeto tra me e me che l'olio d'oliva non va bene per il soffritto.. che bestemmia... )

:-P

Ping

djlara ha detto...

Orso, lo sa anche Stefano Accorsi: "Dù gusti is meglio che uàn".. :)

Coach.. Io tendo solo ad un ragionevole bilanciamento tra il godimento dei miei commensali e la tutela della loro salute: non ho detto che l'olio d'oliva sia più o meno buono! Dico solo che a 190° l'olio d'oliva comincia a sprigionare sostanze tossiche, quindi sarebbe cosa buona e giusta che non succedesse.

Con immutata stima..
:)

chiarella ha detto...

no...dai...non può essere vera sta cosa dei fiumi...!!
nn può!
nn ho parole...la donna fiumofobica e l'uomo fiumoamatore...siete proprio una bella coppia..va là!

sì sì..venerdì li faccio anch'io gli spaghetti al tonno!

Anonimo ha detto...

bè.. se fai arrivare il tuo olio a 190° che sia d'oliva o di semi ti sta andando a fuoco la casa... :-D

l'arte della cucina sta proprio lì...
a tenere l'olio alla corretta temperatura... e poi sinceramente.. di cose tossiche ne respiriamo ogni giorno.. perché togliersi il piacere del gusto?

ping..

Anonimo ha detto...

...ommioddio il soffritto (faaameeee)...
l'importante, dicono in chimica (io sono agricola, quindi riporto e non mi pronuncio), è che l'olio non raggiunga il "punto di fumo" allora, sì, ti sta andando a fuoco casa...

...spaaagheeeettiiiii....

alla prossima! (ricetta o partita?)

SteppenLara

Marco B ha detto...

i fiumi piacciono un sacco anche a me, e in genere anche la roba in bianco, perciò insomma questo Gigante mi è simpatico. La pasta che mi piace di più però (e so che Lara e ancor di più Adam Brown ci tenevano un sacco a saperlo) sono le pipette rigate; invece gli spaghetti non tanto. Al limite i bucatini, toh.
Comunque a propoisto di quello che ha detto Orso vi inesgno un gioco un sacco cerebrale che mi ha insegnato una ragazza supercarina: dovete andare da uno, fargli vedere un dito teso e dirgli: "sai cos'è questa? Una stecca". Poi gli fate vedere due dita e dite: "e questa? Una bistecca!". Poi gliene fate vedere cinque e dite: "e questa? Una bistecca condita!"

djlara ha detto...

Ci manca solo che lasci dello spam (nel senso di carne in scatola) in un blog di cucina...

Fuori Adamo Marrone e il suo lavoro da casa! Tzè..

Anonimo ha detto...

..ma io per fare la pasta al tonno pensavo bastasse cucinare la pasta in bianco e aprire la classica scatoletta di tonno...yo rokyz!

Anonimo ha detto...

Io non so niente di cucina ("maja e tasi" dicono da qs parti) però quella dell'olio extra vergine d'oliva l'avevo sentita...Ueh per me è buono sempre. Ricordo di aver sentito che per il fritto quello di arachidi sia il più indicato. Bella 'sta storia del Giga-river ...mi devo ricordare di tenerti lontana dall'Adige la prox volta. :) Max